Let us stand with Raif Badawi – as long as it takes

otium satis

Another year gone and the Saudi blogger Raif Badawi is still in prison. On 17 june he will have spent six years as a prisoner.  So far our hopes have been disappointed, that the ongoing reforms in Saudi-Arabia reach out to the prison of Dhaban where not only Raif Badawi but as well his attorney and brother in law, Waleed Abu al-Khair serve their  long and harsh prison terms.

No doubt, any step away from the restrictions that so long have hemmed in the lives of the people and most especially the women in Saudi-Arabia is an overdue relief and welcome. Another encouraging step certainly was the restrictions for the ever vigiliant and waspish religious police. On the other hand, it is galling, that while many of Raif Badawi’s demands are being fulfilled step by tiny step, their author still remains isolated behind bars.

From far away and out of…

Ursprünglichen Post anzeigen 196 weitere Wörter

Advertisements

Giungendo all’essenza linguistica della parità di genere attraverso citazioni

«Al linguaggio viene riconosciuto un ruolo fondamentale nella costruzione sociale della realtà e, quindi, anche dell’identità di genere maschile e femminile: è perciò necessario che sia usato in modo non “sessista” e non privilegi più, come fa da secoli, il genere maschile né tantomeno continui a tramandare tutta una serie di pregiudizi negativi nei confronti delle donne, ma diventi rispettoso di entrambi i generi. »

Cecilia Robustelli

„Per «parità» non si intende «adeguamento» alla norma «uomo», bensì reale possibilità di pieno sviluppo e realizzazione per tutti gli esseri umani nella loro diversità. Molte persone sono convinte di ciò, eppure si continua a dire che «la donna deve essere pari all’uomo» e mai che «l’uomo deve essere pari alla donna» e nemmeno che «la donna e l’uomo (o l’uomo e la donna) devono essere pari»: strano concetto di parità questo in cui il parametro è sempre l’uomo.”

Alma Sabatini

Chacun d’entre nous peut aider les autres tous les jours

Aurélie Sterntau

dans le carré

Chacun d’entre nous a des compétences spéciales et elles nous facilitent d’aider.
Aide ouvre des portes. Aider vous rend heureux. Essayez-le.

Jeder von uns kann jeden Tag anderen Menschen helfen.
Jeder von uns hat besondere Fähigkeiten und die machen es uns leicht, zu helfen.
Helfen öffnet Türen. Helfen macht glücklich. Probieren Sie es mal aus.

Ursprünglichen Post anzeigen